SOMMARIO

GLOSSARIO

Che cos’è la fibra ottica?

Cosa significa FTTH?

Cosa significa FTTC?

Che cos’è un BEP?

Che cos’è un PoP?

Che cos’è un OTO?

Che cos’è un pozzetto di distribuzione?

Che cos’è lo splicing?

DOMANDE RELATIVE AGLI ORDINI PER LE CONNESSIONI IN FIBRA OTTICA

Come posso verificare se casa mia e/o azienda è già collegata alla rete in fibra ottica?

Come posso richiedere un allacciamento alla fibra ottica?

Quanto costa un collegamento in fibra ottica?

Quali lavori sono compresi nel contributo di allacciamento?

Quali lavori non sono compresi nel contributo di allacciamento?

Come si procede nel caso di condomini o case plurifamiliari quando si ordina un collegamento in fibra ottica?

Come si calcolano le spese per condomini e case plurifamiliari?

Nel caso di case vacanza, è necessario presentare una domanda di connessione in fibra ottica per ogni singola abitazione?

Perché il mio indirizzo non è incluso nel cluster del comune previsto e quindi non è accessibile nell’ambito del progetto?

Se una casa/abitazione è in costruzione, si può comunque richiedere un allaccio in fibra ottica?

Esiste la possibilità di collegare la propria casa e/o azienda alla rete in fibra ottica al di fuori del progetto?

DOMANDE TECNICHE

Come far arrivare la connessione in fibra fino in casa?

Come arriva la fibra ottica fino alla mia casa?

Come posso definire il luogo più favorevole della casa dove installare il box di terminazione (BEP)?

Chi poserà il cavo in fibra ottica nell’edificio (dal BEP all’appartamento)?

Si può collegare il router direttamente al box di terminazione (BEP)?

DOMANDE SUI SERVIZI

Quando posso iniziare a usare la mia connessione? Perché la connessione in fibra non è attiva subito dopo l’installazione del box di terminazione (BEP) in casa?

A chi posso richiedere un servizio internet?

Chi devo contattare per informazioni sull’attivazione dei servizi Internet?

Quali servizi sono offerti sulla rete in fibra ottica?

Quali velocità di upload e download sono garantite?

GLOSSARIO

Che cos’è la fibra ottica?

La fibra ottica è un materiale da costruzione per la trasmissione della luce. È utilizzato per la trasmissione di grandi quantità di dati e servizi di telecomunicazione. Nei collegamenti in fibra ottica, i dati sono trasmessi da impulsi di luce. Le reti in fibra ottica possono raggiungere velocità di dati di gigabit al secondo, indipendentemente dalla distanza. Altre attuali tecnologie di trasmissione, come le comunicazioni mobili/LTE o i cavi televisivi, non sono minimamente comparabili alle prestazioni di un’infrastruttura in fibra ottica.

Cosa significa FTTH?

FTTH = Fiber To The Home si riferisce a un metodo di collegamento in cui il cavo in fibra ottica è posato direttamente fino alla casa. Solo con una fibra fino a casa (FTTH), il flusso di dati scorre senza problemi e senza ritardi a piena capacità. Questo perché in questo modo la linea non è condivisa con altri utenti finali, come è ancora lo standard abituale con la rete convenzionale in rame per DSL. Anche VDSL, una rete che è parzialmente dotata di fibra ottica (FTTC = Fiber To The Cabinet), usa ancora il cavo di rame convenzionale sull'”ultimo miglio” (dalla scatola di distribuzione sul marciapiede alla casa). Nel processo, le velocità di trasmissione sono significativamente ridotte e le velocità crollano. Solo con FTTH si ottiene una rete in fibra ottica al 100% senza rame fino in casa.

Cosa significa FTTC?

FTTC = Fiber To The Cabinet, si riferisce a un metodo di collegamento in cui il cavo in fibra ottica raggiunge l’armadio di distribuzione sul marciapiede, dall’armadio di distribuzione alla casa viene ancora posato il tradizionale cavo di rame.

Che cos’è un BEP?

Un Building Entry Point (BEP) o box di terminazione è una scatola di connessione domestica che permette un collegamento tra il cavo in fibra ottica esterno (drop) e il cablaggio dell’edificio (il cavo che raggiunge la presa OTO nell’appartamento a cui è collegato il router) per mezzo di una giunzione a fusione. Questo viene montato sul muro in un posto adatto nel primo punto di entrata o nel primo locale caldo dell’edificio (cantina, garage, locale caldaia, locale contatori, ecc.). La giunzione dei cavi nel BEP deve essere effettuata esclusivamente da un elettricista specializzato o da personale specializzato. La dimensione della scatola di connessione domestica (BEP) da installare è determinata dal numero di unità residenziali / commerciali da collegare.

Che cos’è un PoP?

Point of Presence (PoP) si riferisce ai punti di snodo dove sono disponibili i nodi dial-in per tutte le connessioni per il traffico dati e voce e i servizi online, per esempio il punto di accesso a Internet presso l’Internet provider. Forma l’interfaccia tra il traffico dati della dorsale (linea di dorsale) e la nuova rete d’accesso da creare alla connessione del cliente. Nel PoP, le fibre sono illuminate dai segnali luminosi, che poi passano al punto finale ONT (Optical Network Termination) nella casa dell’utente finale.

Che cos’è un OTO?

Optical Termination Outlet (OTO) si riferisce a una presa in fibra ottica che è montata nell’unità residenziale o commerciale. Per gli appartamenti, questi sono di solito collocati nel soggiorno; per le unità commerciali, sono di solito collocati nella stanza meccanica. L’installazione di una presa in fibra ottica (OTO) è fatta come parte del cablaggio interno dell’edificio. Effettuare il cablaggio interno dalla presa della fibra ottica (OTO) al box di terminazione dell’edificio (BEP) è responsabilità del proprietario dell’immobile. Questo lavoro può essere fatto da un elettricista di fiducia, da un’impresa di costruzioni o dal provider scelto. Il router del provider viene infine collegato all’OTO.

Che cos’è un pozzetto di distribuzione?

Un pozzetto di distribuzione è un ambiente sotterraneo in cui sono posate le muffole per proteggere le connessioni in fibra che arrivano fino all’utente finale. Nelle muffole trovano posto diverse cassette incernierate, ognuna della quale contiene una coppia di fibre ottiche. Le cassette sono dischi di plastica piatti con una guida cavo, in cui le singole fibre sono poi inserite in loop multipli di raggio fisso. Nel pozzetto di distribuzione, due o più tubi sono direttamente collegati, attraverso i quali il cavo in fibra ottica viene posata senza interruzione.

Che cos’è lo splicing?

La giunzione o saldatura è il processo con cui le estremità dei cavi di due fibre ottiche vengono collegate con un dispositivo speciale. Questo processo può essere eseguito solo da un’impresa, un fornitore o un elettricista specializzato.

DOMANDE RELATIVE AGLI ORDINI PER LE CONNESSIONI IN FIBRA OTTICA

Come posso verificare se casa mia e/o azienda è già collegata alla rete in fibra ottica?

Inserendo il vostro indirizzo sul sito web di Infranet SpA al link https://www.infranet.bz.it/ potete verificare se la Vostra casa è già collegata alla rete in fibra ottica.

Come posso richiedere un allacciamento alla fibra ottica?

Nell’ambito di un progetto di espansione pianificata (cluster), è possibile dotare la propria casa o azienda di una connessione in fibra ottica a prova di futuro. Per farlo, è necessario effettuare una richiesta online sul sito web di Infranet al link https://www.infranet.bz.it/ordine-allacciamento-rete-fibra-ottica/. Nella sezione sono elencati tutti i progetti in questione. In pochi passi, il modulo compilato viene inviato a Infranet, e il richiedente riceve automaticamente una risposta via e-mail con un riassunto dell’ordine come conferma. Viene anche indicata una data di scadenza per l’esecuzione degli ordini, che determina l’ammontare del contributo di allacciamento una tantum.

Quanto costa un collegamento in fibra ottica?

Per l’installazione di un collegamento in fibra ottica e la connessione alla rete in fibra ottica si corrisponde un contributo di allacciamento una tantum.

Per gli ordini online fino alla data di scadenza indicata, il contributo di allacciamento una tantum ammonta a €100,00+IVA/unità residenziale per gli utenti privati e €200,00+IVA/unità commerciale per le aziende.

Tuttavia, se si richiede una connessione in fibra ottica dopo la data di scadenza, si dovrà pagare un contributo di allacciamento una tantum di 450 €+IVA/unità residenziale o unità commerciale.

D’altra parte, se una connessione in fibra viene richiesta dopo che il progetto è stato completato, verrà addebitato l’intero costo del successivo cablaggio.

Il contributo che il richiedente deve pagare a Infranet è una tantum e si riferisce al numero di unità effettivamente collegate. La fattura per le connessioni realizzate sarà inviata da Infranet dopo il completamento del lavoro, quindi non è richiesto alcun pagamento anticipato.

Il richiedente è libero di decidere quando e con quale provider attivare il servizio Internet desiderato.

Quali lavori sono compresi nel contributo di allacciamento?

Il contributo di allacciamento comprende la posa dei condotti sulla proprietà pubblica (fino al pozzetto di consegna in strada al confine delle proprietà), la posa del cavo in fibra ottica fino al primo punto di ingresso nell’edificio (cantina, garage, sala contatori, ecc.) e l’installazione del box di terminazione (BEP) e collaudo della fibra ottica.

Nel seguente diagramma sono riproposte anche graficamente le rispettive responsabilità.

Quali lavori non sono compresi nel contributo di allacciamento?

I lavori che non sono inclusi nel contributo di allacciamento e sono quindi a carico dell’utente finale sono i seguenti.

La posa dei condotti vuoti sulla proprietà privata (dal pozzetto di distribuzione al confine della proprietà fino al primo punto di ingresso nell’edificio), se non sono già disponibili condotti vuoti utilizzabili, il cablaggio nell’edificio (dal BEP all’appartamento). Questo lavoro può essere eseguito a spese del proprietario di casa dal proprietario di casa, da un’azienda incaricata o da un professionista.

Come si procede nel caso di condomini o case plurifamiliari quando si ordina un collegamento in fibra ottica?

Per i condomini o case plurifamiliari, gli ordini sono effettuati dal singolo condomino. Per l’installazione di un’infrastruttura in fibra ottica all’interno del condominio, è necessario contattare l’amministratore condominiale per l’approvazione degli interventi di installazione nell’area comune del condominio. Nel caso del condominio, viene installata una scatola di connessione domestica (BEP). Vengono terminate tante fibre quanti sono i proprietari che completano l’ordine. Di regola, il numero di connessioni in fibra ottica da implementare è relativamente uguale al numero di contatori elettrici esistenti nell’edificio.

Come si calcolano le spese per condomini e case plurifamiliari?

I costi di allacciamento sono calcolati per unità abitativa, cioè una casa plurifamiliare o un condominio paga l’importo previsto per unità abitativa collegata (ad esempio, casa con 4 appartamenti, dei quali 3 si collegano = 3 x Euro 100,00). Non è obbligatorio che tutte le unità abitative siano collegate contemporaneamente. Tuttavia, per i successivi è poi dovuto l’importo maggiorato.

Se, per esempio, solo un proprietario di un appartamento in una casa vuole essere collegato, ma gli altri no, il proprietario “interessato” riceverà un collegamento in fibra ottica fino al primo locale caldo dell’edificio (cantina, locale contatori, locale caldaia), per gli altri appartamenti i collegamenti saranno terminati nel pozzetto di terminazione al confine della proprietà in attesa di sviluppo. Affinché questi appartamenti ricevano in seguito una connessione in fibra ottica, devono presentare la domanda di connessione ad un provider di sua scelta, che poi creerà un progetto individuale. In questa ipotesi, i costi di realizzazione vengono trasferiti interamente 1:1 all’utente finale attraverso il provider.

Nel caso di case vacanza, è necessario presentare una domanda di connessione in fibra ottica per ogni singola abitazione?

La domanda va fatta per ogni collegamento separata (come per il contatore elettrico). Si raccomanda di realizzare un collegamento separato per ogni singolo appartamento in modo da poter concludere un contratto individuale con provider di servizi Internet per ogni appartamento. In questo caso, spetta al proprietario decidere quante connessioni in fibra ottica devono essere realizzate nell’edificio.

Perché il mio indirizzo non è incluso nel cluster del comune previsto e quindi non è accessibile nell’ambito del progetto?

Nell’avviare un progetto, i Comuni o i Consorzi o le Cooperative (ad esempio le centrali di teleriscaldamento) sono coloro che sono meglio al corrente della situazione locale e sono quindi partner importanti per Infranet. Come parte del piano d’investimento, viene determinato il bacino d’utenza. In particolare, vengono presi in considerazione i seguenti fattori: Carenza di banda larga, possibili sinergie per lo svolgimento congiunto di lavori edili, cooperazione esistente all’interno dei comuni, esistenza di una connessione a un nodo Internet centrale. Nella maggior parte dei casi, le linee di dorsale a cui saranno collegate le linee di derivazione non sono ancora state posate, e così i prerequisiti per collegare certi indirizzi non sono soddisfatti al momento del progetto.

E’ altrimenti possibile che l‘indirizzo probabilmente non era disponibile al momento dell’avvio del progetto perché l’edificio era in costruzione, il numero civico non era ancora stato assegnato e di conseguenza non era stato trasferito nel database del Consorzio dei Comuni oppure l’indirizzo non rientra nell’ambito del progetto e di conseguenza non è allacciabile. In questo caso, può contattare il suo comune, che è al corrente della situazione e può darle maggiori indicazioni in merito. Sarà necessario specificare la particella edificabile o le coordinate sulla mappa in modo da consentire una verifica se il collegamento può essere fornito.

Se una casa/abitazione è in costruzione, si può comunque richiedere un allaccio in fibra ottica?

E’ possibile che al momento dell’avvio del progetto l‘indirizzo non era disponibile perché l’edificio era in costruzione, il numero civico non era ancora stato assegnato e di conseguenza non era stato trasferito nel database del Consorzio dei Comuni oppure l’indirizzo non rientra nell’ambito del progetto e di conseguenza non è allacciabile. In questo caso, può rivolgersi al comune, che è al corrente della situazione e può darle maggiori indicazioni in merito. Sarà necessario specificare la particella edificabile o le coordinate sulla mappa in modo da consentire una verifica se il collegamento può essere fornito.

Esiste la possibilità di collegare la propria casa e/o azienda alla rete in fibra ottica al di fuori del progetto?

Esiste la possibilità di una connessione individuale, al di fuori del progetto, cioè attraverso una richiesta tramite il provider selezionato. In questa ipotesi, però, si crea un progetto individuale e si calcola la stima dei costi, per cui i costi di sviluppo vengono trasferiti completamente attraverso il fornitore all’utente finale.

DOMANDE TECNICHE

Come far arrivare la connessione in fibra fino in casa?

Si ottiene la connessione in fibra in 3 passi.

  1. Il collegamento è fatto attraverso un tubo vuoto fino al primo locale caldo dell’edificio (cantina, garage, stanza del contatore). Infranet SpA fa passare le tubature sulla proprietà pubblica fino al pozzetto di distribuzione al confine della proprietà sul marciapiede. Il proprietario è responsabile della posa dei tubi vuoti dal pozzetto di distribuzione al primo locale caldo dell’edificio (cantina, garage, locale contatori).
  2. Infranet SpA installa la scatola di connessione domestica (BEP) nel primo locale caldo, termina la fibra dedicata nel BEP, esegue i relativi protocolli di collaudo e procede alla digitalizzazione delle tratte in fibra e dell’architettura di rete sui rispettivi sistemi informatici, al fine di poter comunicare i collegamenti in fibra installati e censiti digitalmente ai provider per l’attivazione dei servizi desiderati.
  3. Il proprietario/utente finale esegue il cablaggio interno (da parte di un elettricista di fiducia o del provider) dal BEP all’appartamento, dove viene installata la presa in fibra ottica (OTO) e poi il router del provider. Può quindi procedere con l’attivazione dei servizi Internet da parte del provider scelto.

Come arriva la fibra ottica fino alla mia casa?

Infranet SpA si occupa della posa delle tubazioni sulla proprietà pubblica fino al pozzetto di distribuzione al confine di proprietà sul marciapiede. Il cavo viene tirato nel sottosuolo dal marciapiede verso la casa. Per consentire la posa del cavo in fibra ottica, è necessario che il proprietario posi i tubi vuoti sulla proprietà privata, cioè tra la proprietà pubblica (pozzetto sul marciapiede) fino al primo punto caldo dell’edificio (cantina, garage, stanza del contatore) dove verrà installata il box di terminazione della casa (se non è già presente). Questi lavori all’interno del terreno privato sono a spese del proprietario e possono essere eseguiti dal proprietario stesso o da una società o uno specialista incaricato da lui.

Come posso definire il luogo più favorevole della casa dove installare il box di terminazione (BEP)?

In occasione di un sopralluogo in loco, concordato con l’impresa esecutrice incaricata, tutti gli utenti finali che hanno effettuato l’ordine online tramite il sito web di Infranet possono determinare con il tecnico responsabile la migliore posizione possibile per l’installazione del box di terminazione (BEP) e definire il possibile posizionamento dei pozzetti di distribuzione (pozzetto di consegna) sul marciapiede per il collegamento degli edifici. Da questo pozzetto, ogni utente finale interessato a un collegamento in fibra può posare un tubo vuoto fino al suo edificio, a condizione che il collegamento in fibra sia stato richiesto a Infranet SpA tramite un ordine online.

Chi poserà il cavo in fibra ottica nell’edificio (dal BEP all’appartamento)?

Prima che l’utente finale possa procedere con l’attivazione dei servizi Internet da parte del provider scelto, è necessario posare il collegamento verticale dal box di terminazione dell’edificio (BEP) all’appartamento dove sarà installata la presa in fibra ottica (OTO), se non è già stato fatto.

Per tutte le installazioni all’interno dell’edificio, che devono essere effettuate a spese dell’utente finale, è necessario un kit di fibre ottiche, che può essere acquistato da un elettricista specializzato, a meno che non sia stata comunicata dal rispettivo comune una procedura diversa.

Il kit in fibra ottica comprende le seguenti parti come raffigurato nell’seguente immagine:

Il kit di montaggio (box di terminazione OTO con 30 / 50 m di cavo in fibra ottica), la terminazione (giunzione) della fibra nel box di terminazione OTO è già completata. La parte finale del cavo deve essere terminata nel box di terminazione BEP con connettori LC/PC da parte di un’azienda certificata (per esempio anche dalla ditta incaricata ai lavori).

L’utente finale o il suo elettricista di fiducia o una ditta specializzata deve installare la presa ottica OTO al punto finale desiderato (ideale nella zona soggiorno) e da lì posare il cavo in fibra ottica fino al punto di consegna del comune (box di terminazione BEP in cantina, locale caldaie o sala contatori come raffigurato). In seguito, è necessario eseguire la giunzione della fibra.

Al box di terminazione OTO, a cui viene preassemblato l’apposito kit, verrà allacciato il router del provider per la fornitura internet.

Si può collegare il router direttamente al box di terminazione (BEP)?

È possibile collegare il router del provider direttamente alla scatola di connessione di casa (BEP). In questo caso è importante che la patch dal router abbia lo stesso connettore di quello presente nel BEP, di solito è un connettore LC/PC, normalmente questo viene fornito insieme al router. Questo collegamento può essere fatto da un elettricista specializzato o da un provider.

Di solito questa soluzione viene preferita per le case più piccole. Se il BEP si trova nel seminterrato o nella stanza contatori e si vuole collegare un PC situato al primo piano a Internet, allora è necessario un lungo cavo Ethernet che arriva dal BEP al PC; anche nel caso di una soluzione wireless (WLAN – WiFi) si dovrebbe chiarire la portata del router in anticipo con il proprio provider.

DOMANDE SUI SERVIZI

Quando posso iniziare a usare la mia connessione? Perché la connessione in fibra non è attiva subito dopo l’installazione del box di terminazione (BEP) in casa?

Le norme tecniche di sicurezza e di qualità prevedono che tutte le connessioni siano prima implementate, testate e rilasciate per l’attivazione. Non sono possibili attivazioni individuali. In questo modo, vengono garantiti a tutti i provider e utenti finali la stessa sicurezza e qualità di servizio.

Infine, i collegamenti in fibra realizzati sono testati con misure di prova specifiche per garantire la continuità dal punto di snodo (PoP) a tutte le unità immobiliari. I protocolli di misurazione e accettazione necessari vengono poi implementati nel sistema telematico integrato, in modo da essere sicuri dell’esatto instradamento dei cavi e quindi del corretto funzionamento della rete, e vengono create le condizioni tecniche affinché la rete venga rilasciata per l’uso da parte dei fornitori.

Una volta completato il processo di implementazione dei dati, Infranet dà la possibilità di utilizzare la rete in fibra ottica e i punti di connessione a tutti i provider interessati, in modo che possano offrire i loro diversi servizi Internet basati sulla fibra ottica agli utenti finali.

Tuttavia, prima che l’utente finale possa procedere con l’attivazione dei servizi Internet da parte del provider scelto, è necessario installare il collegamento in verticale dal box di terminazione dell’edificio (BEP) fino all’appartamento, se non è già stato fatto.

Per tutte le installazioni all’interno dell’edificio, che devono essere effettuate a spese dell’utente finale, è necessario un kit di fibre ottiche, che può essere acquistato da un elettricista di fiducia, a meno che non sia stata comunicata dal rispettivo comune una procedura diversa.

Per attivare i servizi basati sulla fibra, l’utente finale deve contattare direttamente il suo provider preferito e selezionare il servizio di cui ha bisogno. L’utente finale riceve informazioni sullo stato o sulla data di attivazione del servizio dal proprio provider che si interfaccia con Infranet.

A chi posso richiedere un servizio internet?

Per selezionare e attivare i servizi basati sulla fibra, l’utente finale deve contattare direttamente il suo provider e selezionare il servizio che desidera. Una volta firmato il contratto con il provider, il provider invia una “richiesta di attivazione” a Infranet AG per attivare il servizio selezionato per l’utente finale, dopo di che può navigare a tutta velocità e in sicurezza. L’utente finale riceve informazioni sullo stato o sulla data di attivazione del servizio dal proprio provider che si interfaccia con Infranet.

Chi devo contattare per informazioni sull’attivazione dei servizi Internet?

Per informazioni sull’attivazione del servizio gli utenti finali devono contattare il proprio provider, in quanto il provider è responsabile di fornire informazioni sull’attivazione del servizio all’utente finale suo cliente. Infranet, d’altro canto, fornisce informazioni al provider, con il quale ha un rapporto commerciale. Questo corrisponde ai processi e alle procedure aziendali che devono essere seguiti per fornire una risposta tempestiva e corretta a tutte le parti coinvolte e, soprattutto, agli utenti finali.

Quali servizi sono offerti sulla rete in fibra ottica?

Internet, telefonia, fax, televisione, servizi cloud, IoT, ecc. La scelta dei servizi dipende dal provider, dal quale si possono ottenere le informazioni e le relative tariffe.

Quali velocità di upload e download sono garantite?

I provider offrono diversi profili di up- e download e forme di contratto, tra cui l’utente finale può scegliere in base alle proprie esigenze.